Home » Blog » La casa perfetta. Il risparmio energetico nelle ristrutturazioni.

Il massimo che si può ottenere nel ristrutturare casa

Ve ne parliamo prendendo come esempio una nostra ristrutturazione (a Roma, Casal Palocco), dove abbiamo concretizzato i quattro obiettivi  richiestici dai nostri clienti per realizzare la loro casa "perfetta".

Obiettivi della ristrutturazione
1. Un progetto esigente di interior design
2. Ottenere un elevato risparmio energetico dei consumi.  
3. Massimizzare il comfort domestico e la migliore salubrità dell’ambiente.
4. Ottimizzare le detrazioni fiscali.

L'architetto, l'ingegnere e il project manager raccontano la ristrutturazione e le opere di riqualificazione ed efficientamento energetico realizzate.

Il progetto di interior design della casa

La villa, acquistata dai clienti, si presentava nello stato originario della costruzione, risalente agli anni '70. Urbanisticamente parlando, è stato possibile ristrutturare casa aumentando la superficie del living, annettendo 40mq del terrazzo. Inoltre, è stato possibile recuperare il seminterrato della villa, creando, in tal modo, spazi aggiuntivi, come la stanza armadio di 25mq, una lavanderia di 14mq e una piccola spa con un piccolo hammam. Lo stile della casa, scelto dai clienti, è moderno e minimalista.

Guarda il video di questo progetto di ristrutturazione.

Il risparmio energetico.
Dalla classe "G" alla "A"

Le opere di ristrutturazione della villa hanno portato la classe energetica dell'immobile dalla "G" alla "A". Tutto l'intervento, sia di riqualificazione energetica, sia di contenimento energetico, considerando anche l'utilizzo di impianti a risparmio energetico, ha permesso di ridurre la spesa dei consumi, inizialmente stimati in circa 4.500/5.000 euro annui, per il mantenimento di tutto l'immobile, a circa 1.300/1.500 euro annui effettivi. Il risultato è stato raggiunto grazie all'applicazione del cappotto termico, della coibentazione del tetto, dei nuovi infissi, dei pannelli fotovoltaici per la produzione di elettricità e dei pannelli solari per la produzione di acqua calda sanitaria e per il riscaldamento a pavimento.

Il comfort assoluto

Grazie al sistema di riscaldamento e raffrescamento a pavimento, ai pannelli radianti a parete inseriti nei bagni e al sistema di deumidificazione, il comfort di questa casa rappresenta veramente lo stato dell'arte che oggi si possa avere. La temperatura, infatti, viene diffusa in modo omogeneo in tutti gli ambienti. Il design della casa è ancora più elegante, non vedendosi i classici radiatori o gli splitter. I consumi si riducono, poiché, essendo l'impianto sempre in funzione, non vi sono sbalzi di potenza. Inoltre, l'impianto a pavimento permette di avere aria più salutare negli ambienti domestici, grazie anche alla minore quantità di polvere prodotta.

Esempio di agevolazioni fiscali per ristrutturare una casa di 200 mq.
Bonus Ristrutturazione 2022 e Bonus Energetico 2022

Bonus Energetico 2022 (detrazione 50% & 65%)
(D.L. del 04/06/2013 n. 63)

Per poter accedere anche ai benefici del Bonus Energetico 2022, a differenza del Bonus Ristrutturazioni, occorre che la casa che s'intende ristrutturare sia potenzialmente in grado di ricevere opere che ne possano migliorare l'efficienza energetica. In poche parole, senza un miglioramento delle prestazioni e, quindi, del contenimento dei consumi, non sarà possibile accedere al beneficio.
Non esiste un limite massimo per la spesa ammissibile, come i 96.000 euro del Bonus ristrutturazione, ma esistono dei limiti massimi per singolo capitolo di spesa come gli infissi, gli impianti di climatizzazione invernale e le opere di coibentamento e la percentuale, a seconda dei casi, può essere del 50% o del 65%.

Leggi anche l'articolo della nostra intervista per il programma DiMartedì, condotto da Giovanni Floris, sul canale La7, in merito ai bonus fiscali per le ristrutturazioni.

Emozioni fotografiche